L’endodonzia è la branca specialistica odontoiatrica che si occupa delle complesse strutture che si trovano all’interno dei denti.

Endodonto deriva dal greco e letteralmente significa “dentro al dente”, riferendosi ai tessuti che si trovano dentro di esso: la polpa dentale e il canale radicolare che contengono i nervi ed i capillari.

L’endodonzista si occupa quindi con procedure semplici e complesse della cura e della terapia del canale radicolare.

Storicamente un dente con una malattia al nervo veniva estratto in breve tempo, ad oggi gli endodonzisti mettono in atto tutte le procedure possibili per curare e salvare il dente naturale per mantenerlo nel tempo.

Segni e sintomi:

Infiammazioni gengivali, sensibilità dentale al caldo ed al freddo, dolenzia alla masticazione, difetti di colorazione della corona dentale, infiammazione linfonodi limitrofi.

Indicazioni al trattamento:

Il trattamento endodontico viene eseguito per salvare il dente naturale in modo da preservare la funzionalità masticatoria e l’occlusione naturale, anche a dispetto delle migliori ed avanzate tecniche di riabilitazione implantare.

Le cause responsabili dei problemi endodontici più comuni sono le infezioni batteriche conseguenti ad infiltrazione dei batteri che invadono la polpa dentale attraverso processi cariosi, fratture dentali con esposizione della polpa, infiltrazione di vecchie otturazioni oppure da traumi dentali. Il risultato è una infiammazione ed una infezione della polpa dentale e canalare che può portare anche alla formazione di ascessi.

Procedure endodontiche:

Una terapia canalare richiede circa da 1 a 3 sedute per essere portata a termine, salvo rari casi particolari. Si utilizzano anestesia per evitare stimoli dolorifici, la diga di gomma per evitare la contaminazione della saliva, strumenti rotanti manuali e meccanici per sagomare e pulire i canali radicolari, disinfettanti per la detersione dei canali, la guttaperca (materiale biocompatibile) a freddo o a caldo per riempire e sigillare i canali con l’ausilio di cementi endodontici specifici.

Una volta completata la terapia della parte interna del dente, la procedura prevede la ricostruzione della parte coronale del dente attraverso l’utilizzo di otturazioni in materiali estetici, di perni estetici in fibra di vetro per le ricostruzioni più estese che richiedono un ancoraggio al residuo dentale, di corone protesiche per proteggere l’elemento salvato e ripristinare la funzionalità del dente.

Per qualsiaisi domanda o chiarimento inerente alle procedure endodontiche vi potete mettere direttamente in contatto con il nostro studio.